Lunedì, 14 Settembre 2015 11:08

Come in un film di Truffaut... auf Deutsch!

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)
© Laura Guarino © Laura Guarino

Nella scuola di lingua tubingolese che ho  frequentato si svolgono diverse attivita´ ricreative, 

dal cinema del venerdi sera alla visita al museo passando per un paio di giochi di ruolo. 

Tra le varie una volta si e´ organizzata una serata all´opera di Stoccarda. La superefficiente e instancabile direttrice della scuola compro´ circa 80 biglietti ad un prezzo meravigliosamente ridicolo: 15 euro cadauno comprese le spese di viaggio. 

Veniva trasmessa la Bohème di Puccini.

E quindi via, appuntamento alle 19.30 sotto la scuola per poi tutti insieme appassionatamente dirigerci in treno verso la musicheggiante meta. 

Durante il viaggio la superorganizzata direttrice ando´di vagone in vagone a mo di generale per darci precise istruzioni.  Con tanto di mappa alla mano ci spiega la strada da fare. L´obiettivo opera era vicino ma  il tempo a disposizione per arrivare poco, solo 10 minuti. Bisognava dunque CORRERE!

Arrivati alla stazione di Stoccarda eccoci li. Una enorme banda di ragazzi vestiti elegantemente, o almeno con l´intenzione di esserlo, correre e invadere la citta´. 

I passanti ci guardavano sorpresi e divertiti. Io mi sentivo incredibilmente eccitata, calata in quell´ atmosfera  da film di Truffaut versione Deutsch.

Mi sembrava tutto bello. La citta´, le luci, noi ...non faceva perfino freddo.

 Non eravamo ancora arrivati, ma gia´ sentivo la musica!

Ed eccoci finalmente giunti nel bellissimo teatro dell´opera di Stoccarda. Di fronte a noi lei, Lucia, che pero´ tutti chiamano Mimi´. 

Da Parigi e Timbuktu l´opera viene interpretata rigorosamente in italiano ed e´ stata una sensazione incredibile ritornare attraverso il canto della dolce Mimi´ in Italia. Mi sentivo orgogliosa di essere figlia di un popolo che vanta di una cosi´ immensa cultura.

Finita l´opera ubriaca di bellezza e di note sono tornata a Tubingolandia duettando con una amica americana, "nientepocodimeno" che soprano, le strofe piu´ salienti della Bohème.   

E´ stata una serata bellissima. 

Da allora la superdirettrice per i corridoi della scuola non mi ha chiamato piu´ Lucia ma Mimi´.

 

Coniglio: Se per qualche ragione ti trovi all´estero e ti senti triste e perso, comincia a correre e vai all´opera.

Ne uscirai cantando! 

 

Letto 291 volte Ultima modifica il Lunedì, 14 Settembre 2015 11:19

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 

 

Search

Language

Napoli Caput nel mondo

Napoli Caput nel mondo