Napolicaput - e chi ci sta
© Laura Guarino

Napoli e chi ci sta

 

Tutti se ne vanno: Marco, Eugenio, Carmela. Pure Ciro, che sembrava irremovibile, un'assoluta certezza del centro storico, ha fatto le valigie e non si è visto più. Confesso di averci pensato tante volte anche io, eppure non ci riesco. Quando sono in giro per le strade della mia città, dove c'è sempre "ammuina", tante sono le cose che mi fanno arrabbiare e che mi portano al punto di dire: "Basta, questo è troppo". Ma alla fine mi imbatto in quegli assurdi miracoli che solo Napoli può regalarmi. La mia città mi invade di sé, di teatri a cielo aperto, di gente che urla, canta e interpreta la propria commedia o tragedia che sia. Per vendere sé, il primo che capita o l'oggetto di turno. La mia città è fatta di una bellezza che solo essa possiede, scaturita da un'accozzaglia di oggetti, di controsensi, di un sincretismo frutto di culture e popoli susseguitisi nei tempi. La mia città è sincera, non si nasconde dietro un provinciale perbenismo. La mia città non è fatta per tutti. È una città difficile, non può essere semplicemente visitata. La mia città va vissuta. Ci si deve immergere e lasciare che essa ti inondi e che ti esploda ovunque. Più di tutto, c'è qualcosa quando passeggio per il centro che non vedo, ma so che c'è, e' lì nell'aria per me, ogni volta che voglio. Mi basta camminare o all'occorrenza anche correre, quando il desiderio diventa un'esigenza fortissima. E quindi corro, corro e infine eccolo. E' sempre lì, dinanzi a me e sembra quasi conoscermi meglio di me stesso ed assecondare i miei umori. Eccolo lì: il MARE. Lascio agli altri le città scontate ... Io voglio restare!



Lucia Guarino

Martedì, 09 Dicembre 2014 00:00

Sirio, Antonella e la saggezza delle api 

Scritto da

Da sempre ripongo particolare simpatia per le strade articolate: fatte di ritorni, di riflessioni, di virate, di cambi di direzione. Le trovo coraggiose, le trovo vere, le trovo attente nei confronti dei segnali che la vita ci da. Questa e´ la storia di Sirio, di Antonella e di come la loro strada si sia imbattuta in quella delle api.

Mercoledì, 29 Ottobre 2014 00:00

Il paradiso e il mare... per chi ha il coraggio di restare!

Scritto da

Il tempo cambia molte cose nella vita, 

il senso, le amicizie, le opinioni, 

che voglia di cambiare che c'è in me!

 

Mercoledì, 24 Settembre 2014 00:00

Valentina e i suoi  sogni di carta stampata

Scritto da

Valentina ha corti capelli e un sorriso luminoso. Sognatrice tenace ed appassionata, curiosa e recettiva nei confronti delle novità e degli input che la vita le da´, è sempre aperta a nuove sfide e avventure.

Sabato, 05 Luglio 2014 02:00

Sotto il cappello un viaggio verso le stelle

Scritto da

Sotto il cappello, due occhi verdi e chiari, sorriso pulito e sereno in cui puoi imbatterti facilmente passeggiando per le strade del centro storico di Napoli. Non lo troverai solo, ma in compagnia di un non-strumento che ha reso musicale, la sega. 

 

 

Search

Language

Napoli Caput nel mondo

Napoli Caput nel mondo