Giovedì, 17 Luglio 2014 00:00

Un´eroina dei nostri tempi alla conquista di Parigi!

Scritto da 
Vota questo articolo
(6 Voti)
© Laura Guarino © Laura Guarino

La storia di Melania può essere definita un'autentica "favola moderna". La ragazza della porta accanto che riesce a coronare la sua storia d'amore nella città più romantica per eccellenza, Parigi. 

Ma...Trattandosi di un'eroina dei nostri tempi, non si accontenta "solo" di questo. Desidera realizzarsi anche lavorativamente! Grazie alla sua caparbietà e competenza, riesce anche ad ottenere un lavoro molto ambito nel suo campo. 

Partiamo pero´ dall´inizio e scopriamo come è riuscita a realizzare i suoi obiettivi! 

Melania è cresciuta a Sant´Antimo, paese della provincia nord di Napoli. Riesce ad evadere presto da una realtà che non ha mai sentito come "propria" frequentando l´Istituto d'Arte "U. Boccioni" di Napoli, indirizzo Moda. La sua scelta le costa un bel po´di fatica. Grazie, infatti, alla fatidica legge della relativita´ spazio-temporale che vige tra Napoli e dintorni, una manciata di chilometri significano per lei uscire di casa alle 6.30 del mattino per rientrare alle 4.30 del pomeriggio. Tenace e volenterosa fin dall´ adolescenza, nonostante il poco tempo libero, inizia a lavorare presso lo studio fotografico paterno. All´epoca si è alle prime armi col digitale e suo padre nella zona risulta un vero e proprio pioniere in materia. Qui Melania comincia ad approcciarsi a quella che diventera´ la sua "arte". Partendo nel 1999 con Photoshop.5 e passando attraverso una decina di versioni successive, oggi la si puo´ definire una vera e propria maga del fotoritocco. Dopo il diploma, pur continuando a collaborare col padre, si dedica a disparate attività: commessa, cameriera, stilista e perfino gelataia! Curiosa nei confronti della cultura francese, si iscrive a lingue e letterature straniere ma dopo qualche esame decide di ritornare all´amore di sempre, la moda. Si trasferisce, dunque, a Disegno Industriale per la moda alla Seconda Universita´degli Studi di Napoli. Anche se all´epoca è ancora inconsapevole di ciò, Melania e la Francia non si dicono addio ma solo arrivederci. 

Nel 2009, con in tasca la sua laurea e la fine di una relazione importante, la svolta. Si iscrive ad un sito internet per fare la ragazza alla pari e si ritrova a Milano con una famiglia francese! I Bechu, costituiscono per Melania una piccola enclave, nella quale, pur restando in Italia, ha la preziosa opportunità di imparare il francese. I primi mesi sono difficili poiché pur trovandosi bene con la sua "nuova" famiglia non conosce nessuno e si sente poco integrata. Grazie a un banale ma efficace metodo, ovvero un gruppo fb "Napoletani a Milano", trova i suoi nuovi amici. Primo fra tutti Danilo, il quale metterà in moto una serie di avvenimenti e incontri che "le cambieranno´ la vita". 

Passa quasi un anno e la famiglia le annuncia che, per questioni lavorative, devono trasferirsi ad Amsterdam. I Bechu le chiedono di seguirli ma, anche se a malincuore, rifiuta l´offerta per restare a Milano. Comincia, dunque, una frettolosa ricerca di casa e lavoro. Fortuna vuole che il lavoro trovi lei. Tramite un'amica di Danilo viene a sapere che in Saldi Privati (sito di vendite private on line) cercano una persona con le sue competenze. Grazie ad una buona dose di grinta e al suo portfolio riesce ad assere assunta. Melania racconta che piu´di una volta viene accusata di aver "rubato, lei napoletana, il lavoro ai milanesi". Questo genere di accuse, del tutto infondate, rendono palese che ha dovuto al contrario combattere di più per ottenerlo, a causa di queste discriminazioni che purtroppo ancora persistono. Nonostante questi spiacevoli frangenti Melania non si dimostra affatto chiusa nei confronti di Milano e dei milanesi . Si ritrova, infatti, coinvolta in un'esperienza bellissima e inaspettata tra gli "indigeni". La sua coinquilina, che fa parte di un gruppo teatrale, le chiede di partecipare a " Le cene con delitto" che mettono in scena in locali e feste private. Non avendo mai fatto teatro, all´inizio e´ comprensibilmente titubante ma, amando mettersi in gioco, accetta. La prima mossa è inventare un personaggio. Melania decide per l'occasione di non nascondere le sue origini e il suo accento ma, al contrario, di accentuarli. Si "reinventa" come Assunta, infermiera di facili costumi di Pompei, dal forte accento napoletano. ll risultato? Il suo personaggio conquista i milanesi a suon di risate! La nostra protagonista ricorda questo come un periodo molto felice. La sua Milano, non è una citta´grigia e caotica. Vive nella tranquilla zona Washington, fa lunghe passeggiate nei parchi e va a lavoro in bici. I suoi amici piu´cari pero´sono soprattutto napoletani o comunque del sud. Sarà invece sul luogo di lavoro che troverà l´amore. In Saldi Privati, oltre che al fotoritocco, dopo aver frequentato un corso di make up arstist, si cimenta in una nuova impresa: preparare i modelli che devono posare per le foto. Tra un alternarsi di acconciature, trucco e fotoritocchi, un giorno si ritrova a truccare e preparare Alexis, bellissimo ragazzo franco-spagnolo che vive e lavora a Parigi e che si reca a Milano per fare il modello. I due cominciano a chiacchierare e, come accade sempre in queste occasioni, il tempo vola. Finita la giornata lavorativa, ognuno prende la propria strada e probabilmente non si sarebbero incontrati piu´. Melania, pero´, resta colpita e incuriosita da questa conoscenza al punto di decidere di non voler lasciarsi scappare questa occasione. Per ritrovarlo cerca nei registri del lavoro il suo nome e, una volta trovato, lo contatta su fb. Da cosa nasce cosa e i due finiscono per innamorarsi. Vivono la loro storia a distanza e la vita di Melania procede serena finché arriva il momento della fine della collaborazione con Saldi Privati. La nostra protagonista non si scoraggia, anzi, ne approfitta per prendere un'altra grande decisione: lasciare Milano per iniziare una nuova avventura al di là della Alpi. Prima di dare il via a questo nuovo capitolo della sua vita, decide di "regalarsi" col suo ragazzo, un mese di vacanza in Tailandia. Una volta ritornati da un paradiso di acque cristalline, spiagge bianche e animali esotici, risfodera la carta "ragazza alla pari". Questa volta in Svizzera a Vaulruz, cantone di Fribourg. In questo piccolo paesino immerso nel verde e nella pace, vive un´esperienza zen. Le sue giornate sono scandite da una serena ripetitivita´: accertarsi che i bambini vadano a scuola, preparare il pranzo e, una volta alla settimana, fare le pulizie. Trascorrono 5 mesi e Melania decide che è arrivata l'ora di cambiare di nuovo meta. Desidera stare accanto al suo uomo e si prepara, dunque, a conquistare l'altera, sublime e magnifica Parigi. I primi mesi li decida alla ricerca della casa col suo compagno. Una volta raggiunto questo obiettivo passa a quello successivo: il lavoro. Parigi non e´soltanto la città dove vive il ragazzo che ama. Parigi è anche la sede di Vente-Privee, considerato fin dai "tempi milanesi" in Saldi Privati, il concorrente principale nel mondo. Molti l´avrebbero visto come un obiettivo impossibile, una battaglia persa in partenza e per questo al suo posto non ci avrebbero nemmeno provato. Ma Melania è fatta di altra pasta e decide di "attaccare". Innanzitutto studia su linkedin la sua "preda": osserva con attenzione i portfolio dei vari componenti, aggiorna il suo portfolio rendendolo ad hoc per la ditta e aspetta l'annuncio adatto alle sue competenze. Il giorno dell'annuncio per Melania arriva e lei si candida. E... indovinate cosa è successo? Tra tantissimi candidati viene scelta proprio lei! 

Melania non crede che Parigi sia la sua meta finale. Ora si vive questo bel momento ed è desiderosa di crescere lavorativamente ma nello stesso tempo è aperta a nuove esperienze che forse la porteranno, col suo compagno, in posti nuovi! Pur amando scoprire posti e culture nuove, non dimentica da dove viene e conserva nel cuore la sua città. La sua Napoli. Racconta in particolare un piacevole incontro con un napoletano avvenuto in tram . Un uomo di Napoli in viaggio per affari a Parigi. I due cominciano per caso a chiacchierare e lui dice: "Essere napoletano è un qualcosa che viene prima ancora di essere italiano. Qualcosa che non si può spiegare". Ad ascoltare queste parole anche gli altri passeggeri si incuriosiscono e si crea una vivace e simpatica discussione. Forse, come quel uomo, anche io non lo riesco a spiegare meglio, ma di per certo capisco fino in fondo queste parole. Parole che hanno molto a che fare con "quel non so che", quella marcia in più, che Melania ha!

Questa e´la storia di Melania, un'eroina dei nostri tempi. Cosa ha di eroico? Essere una persona semplice, alla mano e nello stesso tempo determinata, che ha il coraggio di osare, di mettersi in discussione e di andare oltre a quello che il caso, la sorte o gli altri le hanno affibbiato.

Che partiate o che restiate, che il vostro sia un grande o un piccolo sogno, se desiderate qualcosa dalla vita fate come Melania: PRENDETEVELO!

Lucia Guarino

 

 

Letto 6396 volte Ultima modifica il Giovedì, 17 Luglio 2014 16:22

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 

 

Search

Language

Napoli Caput nel mondo

Napoli Caput nel mondo